Motivazione giuria “Premio Pomposa 2020″ tema ” L’immagine del suono e della Musica”

Motivazione della giuria tecnica sulla scelta del Primo Premio, foto: "IPHONE MUSIC" Una scena avvolta in una poetica atmosfera creata dal vetro appannato, un'immagine senza spazio e senza tempo se non fosse per lo smartphone e gli auricolari che, se da un lato ambientano la ragazza in una epoca ben precisa, dall'altro evidenziano e sigillano l'universalità e l'immortalità della musica. Con questi elementi l'autore è

Motivazione giuria “Premio Pomposa 2020″ tema ” L’immagine del suono e della Musica”2020-06-11T23:02:39+02:00

Motivazioni giuria, premio “La Clessidra” Verona, tema : Il Tempo

Il DONO DEL TEMPO si rivolge spesso, anche se non in maniera esclusiva, a chi, per qualsiasi motivo, è bisognoso di aiuto. PARTENZA SOTTO LA PIOGGIA di Adriano Boscato suggerisce che, pur tra molte difficoltà, non si rinuncia a partire per un altro viaggio, che, come ogni viaggio, sarà occasione per nuovi incontri e nuove esperienze in luoghi differenti. Adriano Boscato, in modo elegante, ci

Motivazioni giuria, premio “La Clessidra” Verona, tema : Il Tempo2020-01-30T12:50:43+01:00

Motivazione Giuria al Premio Concorso “La Genziana” Pescara

Una immagine gioiosa dove l'autore congela un gioco e uno stato d'animo. Dove la gravità sembra essere annullata assieme al tempo. Apprezzabile anche la scelta dello sfondo che narra di un ambiente vissuto, antico, quasi di paese. Sembra di essere tornata tempi in cui i bambini giocavano per la strada senza star seduti per ore ad ormeggiare coi i telefonini.

Motivazione Giuria al Premio Concorso “La Genziana” Pescara2020-01-30T19:00:51+01:00

Da un articolo della FINP ( Federazione Italiana Nuoto Paralimpica) Aprile 2019

In un’immagine, le emozioni e la normalità di questi ragazzi.  Una foto di Adriano Boscato, scattata durante l’edizione dello scorso anno, è stata premiata a Firenze Le fotografie sono come le stelle: non ce n’è una uguale all’altra, sono tutte diverse tra di loro. E non sono diverse solo per come le si guarda, no: sono diverse per quello che raccontano, per quello che trasmettono,

Da un articolo della FINP ( Federazione Italiana Nuoto Paralimpica) Aprile 20192019-05-24T20:36:29+02:00