martedì 30 giugno 2009 Goccie 


Foglie di ortensie bagnate dalle piogge "primaverili" di questo pomeriggio di fine giugno.


Goccie


Da pura acqua d'improvviso nascono inconsapevoli nel breve viaggio, Si illuminano con l'amore, poi vivono, sognano, sperano e da sole si disperano, Come amanti che giocano si uniscono, poi si respingono e si trasformano, Infine cantano all'unisono della gioia, del dolore e del mistero tutto intorno, Poi a pura acqua d'improvviso ritornano, Uniche e irripetibili nel breve viaggio...


Fabio Zanetti